0

Consumare la verdura di stagione porta benefici sia alla salute che all’ambiente. Permette inoltre di risparmiare denaro e di portare in tavola prodotti sempre freschi. Scopriamo cosa andare a comprare al mercato!

Con la primavera la Natura si risveglia e nuove gustose verdure cominciano ad essere disponibili per essere portati in tavola. Ma quali sono i prodotti che la natura ci regala in primavera?

ASPARAGI

E passiamo quindi alla verdura. In primavera si cominciano a cucinare i tanto amati asparagi che, tra la varie proprietà, hanno persino quella di combattere l’eczema.

CARCIOFI
Ci sono poi gli amatissimi carciofi, che aiutano a depurare il fegato e in più sono a basso contenuto calorico. Povere di vitamine e carboidrati, ma in compenso molto ricche di acqua sono le gustose melanzane, che in primavera iniziamo a maturare.

CAVOLFIORI, PORRI, RAVANELLI…

Chi vuole combattere le ulcere gastriche può portare in tavola dei cavolfiori, mentre per chi necessita di un bell’apporto di potassio, calcio e fosforo si deve buttare sui porri. Elementi quest’ultimi che troviamo anche nei ravanelli, che aiutano l’attività sia dell’intestino che del fegato. In primavera si consumano anche molte fave e piselli, con un’ottimo apporto di vitamine.

Cavolini di Bruxelles

Versatili a tavola e dalle proprietà disintossicanti.

SPINACI

Dal caratteristico sapore leggermente amaro e metallico gli Spinaci “o si amano o si odiano”. Anche se per lo più disponibili in tutto l’anno, è proprio in questo periodo però che possiamo trovarne di più freschi e saporiti, soprattutto della varietà a foglia piccola adatti a veloci insalate crude. Ben noti per le qualità nutrizionali, gli spinaci contengono elevati livelli di ferro e calcio, ma la presenza dell’acido ossalico che lega i due minerali, ha come conseguenza che questi non possano essere assorbiti dal corpo. Ma dall’alto contenuto di vitamine A e C, questa verdura, a foglia verde, è antiossidante e straboccante di acido folico, indispensabile soprattutto per le donne in gravidanza.

LATTUGA

Con l’alzarsi della temperatura cresce la voglia di mangiare insalata, anche per prepararsi alla tanto temuta “prova costume”: quindi si va molto di lattuga, ricca di sali minerali e vitamine.

GLI AGRETTI

O meglio chiamati “Barba di Frate”, gli agretti non sono altro che le piantine giovani della Salsola soda, una pianta appartenente alla famiglia delle Chenopodiaceae, di origine mediterranea. Molto diffusi nella cucina italiana, gli agretti, possono essere consumati cotti al vapore o lessati e poi conditi anche semplicemente con dell’olio, aglio, sale e limone. Ricchissimi di potassio, calcio e vitamine C e B3, queste saporite piantine, sono particolarmente depurative, diuretiche e rimineralizzanti. Proprio grazie a tali proprietà, in questa stagione sarebbe opportuno consumarli regolarmente.

CIPOLLINE FRESCHE

Da aggiungere alle fresche insalate dei primi caldi, le Cipolline possono essere mangiate crude, mantenendo così tutte le proprietà nutrizionali, o semplicemente scottate per dargli quel sapore vibrante e croccante, che le caratterizza rispetto alle cipolle normali. Tenere e gustose, le cipolline (ottime se in agrodolce o sotto aceto), sono semplicemente cipolle bianche, raccolte in giovane età, che appartengono alla stessa famiglia, dell’aglio, porro, scalogno ed erba cipollina. Sono un’ottima fonte di vitamina B e C, acido folico e fibre. Antiossidanti e contenenti flavonoidi, queste aiutano a proteggere l’organismo dal cancro e dalle malattie cardiache.

LE TACCOLE

Originarie del bacino del Mediterraneo e del vicino Oriente, le taccole sono un frutto che, si distingue dalla maggior parte dei legumi, poiché interamente commestibili. Si mangia proprio tutto, infatti, sia i semi che il baccello.

Topinambur, il tubero della salute

Sebbene non sia ancora molto diffuso, il Topinambur sta conquistando i palati di un numero sempre maggiore di persone. Si tratta di un tubero che si può consumare sia crudo che cotto, e si può preparare al forno, in padella, oppure fritto.

CICORIA E RUCOLA

La cicoria è depurativa per intestino, stomaco e reni. E che dire della rucola, ricca di vitamina C e potassio, che ha pure effetto afrodisiaco.

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *