beauty, benessere, cinema, spettacolo

VI RACCONTO IL MIO FESTIVAL DI VENEZIA

Di Gianluca Mech

Anche quest’anno, decido di partire per il Lido per eventi della Mostra del Cinema. Dopo il terremoto, già si parla di un festival “sotto tono”, per rispetto alla tragedia, e anche a causa della crisi, che Italia pare non finire mai. Sarà così? L’unica è viverlo di persona… Primo giorno, shooting fotografico all’Excelsior con il fotografo delle dive Julian Hargreaves: dopo Richard Gere, Bob Sinclair, Laura Pausini, e tanti altri VIP dello spettacolo, ora tocca a Gianluca Mech.

Mech con Alberto Barbera

Gli spazi comuni del celebre hotel pullulano di attrici e registi, la sicurezza tiene fuori le ragazzine a caccia di autografi. Tra le tante celebrità, voglio uno scatto con il Direttore della Mostra Alberto Barbera: un tributo a un grande professionista che tiene alto l’orgoglio di una manifestazione straordinaria. Lui – gentilissimo – accetta. Il giorno dopo incrocio con un amico giornalista la star belga Peter Van den Begin, bravissimo interprete di “The King of Belgian”, film applauditissimo dal pubblico dove il Re del Belgio si trova convolto in un rocambolesco e divertentissimo viaggio attraverso i Balcani. Mi confessa che adora il pesce, al punto che per lui lo “stravizio” consiste non nei dolci bensì in un piatto di spaghetti alle vongole veraci.

Bravo, gli dico, ma attenzione: mai più del 20% di apporto calorico giornaliero di proteine! Vero, sono qui per il film e il jet-set, ma l’esperto in diete che c’è in me esce sempre fuori. Però non lo vedo convinto: mi chiede dove può trovare un sushi al Lido… La sera, mega festa di Blauer, la storica marca di giubbotti militari americani: un buffet da impazzire, dalle ostriche fresche a una miriade di antipasti di qualità. Io non resisto: un enorme piatto di fichi neri, buonissimi, e poi tanti scatti con attrici e VIP.

Mi avevano avvisato che il colore dominante quest’anno per le donne era il rosa, ma io continuo a vedere tanto rosso: come quello di Sonia Bergamasco, straordinaria attrice di teatro e madrina del Festival. C’è tempo anche per conoscere meglio la modella newyorkese Deborah Mace, e Giovanni Masiero, de Il Grande Fratello 13, e di un selfie con Eva Riccobono.

Mi colpisce il make-up delle donne: sempre soft, l’avevo già notato sui red carpet. Seducenti “smokey eyes” anche questa sera, tra le bellissime donne che si aggirano – con provvidenziali “salvatacchi” omaggiati all’ingresso della festa – sull’enorme prato della Scuola Militare Morosini, che ci ospita. I giovanissimi cadetti mi chiedono di fare una foto assieme: volentierissimo, e buona fortuna per la vostra carriera, ai miei occhi rappresentate la parte più “sana” dell’Italia.

Bergamasco “Eccomi con Sonia Bergamasco, raggiante nel suo outfit total red”

Riccobono “Qui mi sono messo in punta di piedi per essere ‘all’altezza’ di Eva. Eccola sfoggiare il suo sorriso contagioso e la sua eleganza innata”

Masiero “Mi ha confidato di essere un gran goloso. Gli ho consigliato di provare la mia Cioco-Mech Cream, per dimenticarsi i sensi di colpa”

Giorno 3, evento “impegnato”: conferenza sul rapporto tra cinema e diritti LGBT con la Senatrice Cirinnà. Ma io dico: possibile che ci siano luoghi – fisici, ma anche mentali – dove chi è gay dev’essere discriminato e trattato come un cittadino di serie B…? Da imprenditore, dico che un Paese vince economicamente solo dove tutti sono in armonia.

Niente di meglio quindi che una chiacchierata con Nicky Vendola, e subito il paparazzo ne approfitta… La verità – lo confesso – è che vorrei togliermi dal caos mondano e andare a trovare Alessio e Nicola Campa, i due fratelli titolari di Ca’ Maria Adele, uno dei rifugi più esclusivi di alcuni VIP e attori della Mostra del Cinema; ma l’agenda è piena, oggi mi aspetta un altro Red Carpet: di tempo per me stesso ce n’è poco.

A me la Mostra del Cinema non è parsa poi così “sotto tono”: forse meno “glamour” di Cannes, dove ormai ci sono più feste che film, ma sempre di grande sostanza. D’altra parte, a cosa deve servire un evento del genere, se non a parlare – e far parlare – di cinema? Arrivederci all’anno prossimo quindi, nella città più bella del mondo!

Please follow and like us:

Author Since: Aug 04, 2018

Related Post