Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Michela Brambilla
Michela Brambilla

Gli amici non si comprano, semplicemente si accolgono al nostro fianco. Vale anche per quelli a quattrozampe, che soprattutto durante Festività entrano nelle nostre case per diventare parte della famiglia. Perché acquistare un cane quando si può andare al canile, o al gattile, e regalare una nuova vita ad uno dei tanti animali che attendono solo di essere adottati? Così l’on. Michela Vittoria Brambilla spiega il senso della campagna natalizia della Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente: “E’ Natale, ricordati di me”. Per tutto il mese di dicembre, i volontari dell’associazione fondata e presieduta dall’ex ministro organizzeranno incontri e allestiranno nelle piazze delle maggiori città del Paese dei banchetti per promuovere il messaggio di attenzione ai cani e gatti meno fortunati e per raccogliere, in cambio di ottimi panettoni vegani, offerte destinate a sostenere i canili italiani e a contrastare la piaga del randagismo. L’associazione impiegherà i fondi raccolti per favorire le adozioni vere e proprie o realizzare adozioni “a distanza”, per migliorare le condizioni di vita nei canili, per combattere abbandono e riproduzione incontrollata. “Tutti coloro che decidono di allargare la famiglia con un cane o un gatto – ricorda la presidente - hanno l’occasione di compiere un bellissimo gesto di solidarietà e di trasformare un "buon Natale" in un Natale buono. Nessuno sa con precisione quanti siano gli animali abbandonati nel nostro Paese e quanti, almeno 150 mila, siano costretti a sopravvivere dietro le sbarre nel freddo di una gabbia, lontano dall’affetto e dal calore di una famiglia. Credo che, se potessero parlare, direbbero proprio: "E’ Natale, ricordati di me!”. Il nostro – sottolinea l’on. Brambilla - non è soltanto uno slogan, ma un vero invito. Portare a casa un piccolo amico – prosegue - vuol dire dare e ricevere tanto amore. Prima di compiere un passo così impegnativo, è doveroso riflettere bene sulla responsabilità che comporta. Ma, una volta maturata la decisione, per renderla ancora più bella e significativa, è molto meglio andare in un canile o in un rifugio e scegliere lì il proprio compagno, anzi, come accade spesso,  "farsi scegliere" da lui. Per ogni cucciolo comprato, magari a caro prezzo, ce n'è uno, altrettanto simpatico, costretto a vivere in un canile dove non potrà mai conoscere l’amore di una famiglia, il calore di una vera casa".  

Adottare per Natale un animale abbandonato – conclude l’on. Brambilla - è un gesto d'amore che avrà per tutti conseguenze positive: il nuovo amico conoscerá l'affetto e il calore di una casa, la famiglia si allargherà con un nuovo e insostituibile amore, si ridurrà il triste esercito dei randagi”.

Michela Brambilla - Clicca per ingrandireMichela Brambilla - Clicca per ingrandireMichela Brambilla - Clicca per ingrandire

Michela Brambilla - Clicca per ingrandire

Tag(s) : #argomenti, #pet, #greenstyle