Esame di maturità: ecco come si farà con l’emergenza Coronavirus

0
20
fb-share-icon20

L’esame di maturità si farà anche quest’anno e avrà inizio mercoledì 17 giugno. Non ci saranno scritti, ma solo gli orali. E l’esame non si svolgerà via Internet, ma “in presenza”, con gli studenti e i professori presenti nella stessa aula.

Lo ha annunciato il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina.

ORALE MATURITÀ 2020, LE FASI

Secondo la bozza dell’ordinanza ministeriale, l’orale di maturità 2020 dovrebbe essere suddiviso in cinque momenti: 

  • Elaborato sulle materie di indirizzo – quelle individuate dal MIUR per la seconda prova – su un argomento assegnato dai prof agli studenti entro il 1 giugno;
  • Discussione di un breve testo già oggetto di studio nel programma del quinto anno di letteratura italiana. Si farà riferimento a uno dei testi già citati nel documento del 30 maggio;
  • Un materiale assegnato dalla commissione, sempre coerente con quelli segnalati nel documento del 30 maggio;
  • L’esposizione dell’esperienza PCTO, ex alternanza scuola lavoro;
  • Accertamento competenze di Cittadinanza e Costituzione. 

TABELLA CONVERSIONE CREDITI MATURITÀ

Il colloquio durerà un’ora circa e potrà essere valutato massimo 40 punti. Il punteggio dell’orale si sommerà ai crediti del triennio, che quest’anno valgono massimo 60 punti, così suddivisi:

  • Da 11 a 18 punti per la classe terza;
  • da 12 a 20 per la classe quarta;
  • da 8 a 22 per la quinta.

Insieme con la bozza dell’ordinanza è trapelata anche la tabella di conversione e attribuzione dei crediti che, vi ricordiamo, può ancora cambiare. Per farvi un’idea, comunque, potete consultare qui la tabella di conversione dei crediti di terza e quarta e le fasce di attribuzione del credito per le classi quinte.

0
20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *