Nuovi “Consigli per gli acquisti” per il mese di Novembre, scelti da Luca Cirillo

0

1) LIBRI

UWE SCHEID COLLECTION – 1000 NUDES (Ed. TASCHEN)

Per il suo venticinquesimo anniversario la Taschen ha ristampato in versione deluxe alcuni dei suoi “best sellers” fotografici a prezzo speciale. Uno di questi è “1000 NUDES”, compendio di fotografia erotica dal 1839 al 1939. In un dichiarato amore per i nudi “vintage”, scorriamo attraverso le oltre 500 pagine del libro una infinità di scatti, seducenti e divertenti, maliziosi ed ingenui (specie se rapportati ai nostri giorni…) per quello che è un vero e proprio museo “cartaceo” sull’argomento eros. Deus ex machina dell’importante volume è il tedesco Hans-Michael Koetzle, già noto autore di libri fotografici, che per la Taschen ha deciso di dare risalto all’immensa raccolta di immagini erotiche d’annata tratte dall’archivio personale di Uwe Scheid (scomparso nel 2000), che fu instancabile collezionista di materiale “old style” (nonché membro del prestigioso “Club Daguerre”). Interessante la prefazione, scritta da Koetzle, che ci illumina sull’evoluzione del nudo fotografico con pertinenti considerazioni storico culturali e tanti dettagli tecnici. Un libro che esalta ancora di più l’ottimo catalogo “Taschen”.

JO WATERHOUSE & DAVID PENHALLOW – SKATEBOARDER’S ART (Ed. LOGOS)

Lo skateboard, come l’arte, è una questione di opportunità e creatività. Fare skateboard significa avere la creatività necessaria per cogliere le opportunità che si presentano e sfruttarle nel migliore dei modi…significa creare divertimento, disordine, contenuti originali… (Christian Roth) La “cultura skate” è una sorta di comunità globale emersa in modo naturale nel corso degli anni. Sviluppata a partire da gruppi di persone alle prese con la propria arte, uniti da un entusiasmo autentico e dall’interesse verso ciò che producevano. Fino a poco tempo fa gli “skateboarders” sono esistiti anche senza il riconoscimento o il sostegno da parte dell’estabilishment artistico, conservando quella mentalità fai-da-te che è un aspetto integrante dello skateboard…erano gli stessi artisti ad allestire personalmente le mostre, dimostrando noncuranza verso ciò che accadeva nel mondo artistico “ufficiale” e conservando quello spirito anticonformista che caratterizza la loro attività…” (Waterhouse e Penhallow) “Skateboarder’s Art” è quindi un bellissimo catalogo (219 illustrazioni a colori con tanto di indirizzi web di ogni singolo artista “espositore”) che offre una panoramica esauriente delle opere realizzate da numerosi artisti dediti allo skating. Opere di smaccato gusto pop, talvolta deliziosamente bizzarre…in sintesi, un’avanguardia che va portata alla luce… Decisamente consigliato! Grazie per la collaborazione a Francesca Bondioli di “Interlogos”

2) DVD

JOHNNY DORELLI – SWINGIN’ LIVE

Dopo il grande successo del CD Swingin’ (uscito un anno fa su etichetta Carosello Records) con oltre 150.000 copie vendute (tra negozi ed edicola), esce il 4 novembre, sempre per la Carosello Records, il DVD “Swingin’ live, l’irripetibile concerto che Johnny Dorelli ha registrato all’auditorium Parco della Musica di Roma (al prezzo speciale di 12,90 euro). Il dvd è arricchito da bellissime immagini, affidate al produttore di videoclip Giangi Magnoni. Dorelli, inoltre, è accompagnato dalla Sinfonietta di Roma (la stessa diretta da Ennio Morricone nei suoi concerti), una grande orchestra di 51 elementi, diretta dal Maestro Gianni Ferrio. In questo spettacolo, l’artista ripropone i più grandi successi swing di tutti i tempi, da South of the Border a New York New York, da Night and Day a The Lady is a Tramp, senza tralasciare brani del repertorio italiano, come Una lunga storia d’amore, Arriva la bomba, L’immensità, che ben si sono adattati a una differente e originale interpretazione. All’interno di “Swingin’ live” si trova un ricco menù di contenuti extra: tra questi un’intervista a 360° con Johnny Dorelli, un medley strumentale di Parole Parole, Eine kleine Nacht Musik, Piccolissima Serenata, e una straordinaria versione del celebre brano di Astor Piazzolla, Invierno Porteño. Il suono Dolby Surround 5.1, è enfatizzato da un gran lavoro di mastering e post-produzione effettuato nei Bernie Grundman Studios di Hollywood (gli stessi utilizzati da Michael Jackson, Quincy Jones, Alanis Morissette e altri)

3) TEATRO

LA COMPAGNIA DEL TEATRO DELLE MUSE presenta RINO SANTORO in

L’ALBERGO DEL SILENZIO dI Eduardo Scarpetta – versione Geppi Di Stasio

Regia Rino Santoro

Dal 19 ottobre al 20 novembre 2005

Teatro delle Muse Via Forlì, 43 – Roma Dal Martedì al Venerdì ore 21.00 Sabato ore 17.00 e 21.00 – Domenica ore 18.00

Il filo conduttore della commedia è il caso, che prima strizza l’occhio e svolge il ruolo del complice, poi si diverte a mandare a monte strategie e piani che sembravano perfetti. Il primo atto si svolge nella casa di Felice, il secondo nell’albergo del silenzio cosi detto perché all’interno si può fare “di tutto” indisturbati senza essere ne visti ne’ sentiti. Ottima occasione per Felice, che la coglie al volo, per condurvi la corteggiata. Ma sull’albergo del silenzio pesa una brutta diceria che vi alberghino degli spiriti e a Michele, architetto e marito di Sofia, viene dato l’incarico di fare una perizia al fine di capire fino a che punto la diceria sta in piedi. E così nell’albergo si ritrovano Michele, l’avvocato balbuziente … tutti insomma…un vero e totale travaso di personaggi con grande confusione e fervidi coinvolgimenti. Lo spettacolo ambisce a mantenere viva l’attenzione alle espressioni più alte della cultura napoletana, aprendosi alla volontà di esprimere uno sguardo verso il futuro in grado di riflettere le inquietudini del nostro tempo e capace di inventarsi un linguaggio adatto per trasmetterle, un genere di spettacolo – quello napoletano “moderno” – che avvicini senza preclusione tutte le generazioni senza distinzioni di età e di gusto.

4) CD

ALEXIA MELL – JE T’AIME…MOI NON PLUS

La conoscevamo come splendida sexy star…tanto che lo speciale realizzato su di lei (e Loredana Bontempi) è ancora oggi tra i più cliccati di “Palcoscenico”… Oggi Alexia Mell esordisce anche in versione canora e lo fa con un classico della musica “erotica” come “Je t’aime moi non plus”. E colpisce nel segno questa riedizione in duplice versione (soft e dance) dello storico brano di Serge Gainsbourg. La bella Alexia ha presentato il brano al “Festival Show”, promosso da “Radio Birikina” e “Bella Monella”, condotto da Elenoire Casalegno, esibendosi al fianco di artisti come Paola e Chiara e Franco Califano. Inoltre è stata la madrina di “Erotika 2005”, l’importante manifestazione itinerante che da anni propone il meglio dell’erotismo in tutta Italia, svoltasi a Tortoreto a fine Luglio.

5) RIVISTE

IL FETICISTA – Numero 4

“Il Feticista”, trimestrale erotico sui piedi femminili, giunge al suo quarto numero. L’attrice Francesca Codispoti (alias Franca Kodi) e il giornalista Franco Vichi, ideatori del rotocalco, sono passati attraverso critiche, complimenti, hanno fatto tesoro dei numerosi suggerimenti, che da mille parti sono arrivati, e hanno corretto lievemente la rotta. Hanno sondato, con i primi tre numeri, l’umore dei feticisti italiani ed ora si preparano a sferrare l’attacco, entrando con decisione nei gusti del pubblico. Dopo i siti internet, i giornali e le televisioni, ”Il Feticista” punta alla conquista di un pubblico sempre più numeroso. Per parlare dei nostri amati piedi femminili il “Il Feticista” ha deciso di modificarne la linea editoriale. Da questo quarto numero la copertina della rivista non sarà più dedicata alle donne degli anni ‘50 e ‘60, al vintage è stata preferita un’immagine moderna figlia dei nostri tempi, con piedi freschi percorsi da sangue giovane. La prima eroina, che inaugura la nuova copertina è la conturbante Lady Vipera. L’erotismo, che “Il Feticista” ha affrontato finora, si arricchisce di nuove forme, come il sadomaso ed in futuro il bondage e mille altre perversioni che hanno al centro dei loro desideri i nostri amati piedi femminili.Gli editori del Feticista, presentati nella trasmissione televisiva “Cronache marziane” su Italia uno, come i vati del feticismo dei piedi, vogliono mantenere quest’etichetta viva e reale per il piacere dei loro lettori. Magnifici piedi, idolatrate piante e tutto ciò che rende una semplice donna una stupenda creatura del feticismo è il pane quotidiano del rotocalco. I cinefeticisti però non devono allarmarsi, ci sarà comunque, un servizio in tutti i numeri dedicato al cinema e alle sue splendide protagoniste. Sul nuovo numero un ricco articolo ricorderà l’affascinante attrice inglese degli anni ‘50 Belinda Lee. In futuro questo spazio verrà dedicato anche alle nostre attrici dei ‘70 e ‘80. Non mancherà una rubrica sui piedi delle lettrici, la nuova musa è Gloria della famosa galleria romana “Mondo Bizzarro”. Gloria nel suo regno si mostra al Feticista con i suoi piedi da sogno. Altra novità del feticista, le pagine centrali formano un poster che tutti i lettori potranno utilizzare come meglio credono. Il servizio di punta è la mistress e la sua schiava, ovverosia la già citata Lady Vipera e la consolidata Franca Kodi, fotografate da Franco Vichi, in un lungo ed appagante servizio. Ed ancora immagini uniche come il pubblicitario del film di Alberto Sordi,“Il Diavolo “ . Dischi rari, eventi fetish e tanto altro ancora..la rivista è sempre più gustosa,briosa, fantasiosa e trasgressiva.

6) EVENTI

LUCA FAGGELLA – FETISH TOUR 2005

14 NOVEMBRE – “CLASSICO VILLAGE” – Via Libetta, 3 – ROMA Autunno a tutto “live” per il cantautore Luca Faggella e la sua band.

Il suo “Fetish tour” continua a riscuotere successo e il mese di Novembre vedrà l’artista toscano in concerto a Roma (special guests “The Transistors”) al “Classico Village”. Appuntamento imperdibile!

7) INTERNET

KUMI MONSTER OFFICIAL PAGE

Non poteva mancare un tocco di feticismo anche nel settore web…

Imperdibile una visita al sito ufficiale della modella asiatica Kumi Monster, icona mondiale del fetish.

La web page di Kumi è molto curata e le numerose foto presenti nella free gallery non possono che deliziare tutti gli amanti di latex, bondage ed estremità femminili…

Kumi è attiva anche come live performer e si esibisce spesso a Roma in occasione di fetish-party che raccolgono notevole successo e un sempre più nutrito numero di “seguaci” provenienti da tutta Italia.

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *