A ROMA APRE LA LIBRERIA DEL CINEMA

L’idea di aprire una libreria di cinema a Trastevere nasce da un gruppo di amici nell’estate del 2004. Nasce un po’ per caso quando la storica Libreria delle Donne di via dei Fienaroli chiude e un cartello “Affittasi” appare sulle vetrine del locale.

Si presenta l’opportunità di rilevare l’attività e l’idea più appropriata e appassionante è quella di creare una libreria di settore. Inizia così un lungo periodo di riunioni, discussioni per mettere insieme le risorse necessarie, per delineare un progetto. L’idea romantica di un luogo d’incontro, di uno spazio che è anche creativo, di confronto delle idee sul cinema e non solo, difficilmente si accorda con le problematiche commerciali. Ci si rende conto giorno per giorno di quanto sia difficile, faticoso mettere in piedi un’attività del genere. Si decide comunque di dare inizio ai lavori di ristrutturazione che prevedono anche l’apertura di un punto mescita (caffetteria, vino…), di creare uno spazio adattabile per gli incontri, conferenze, videoproiezioni. Oggi quella che per noi era una confusa aspirazione è una realtà che ci auguriamo sia utile alla città, agli appassionati, ai professionisti, agli studenti. Nei prossimi mesi sarà possibile effettuare acquisti on line, noleggiare dvd, avere un punto internet per i clienti, cd e dvd d’importazione, libri usati, rari, testi in lingua originale, libri di consultazione. Abbiamo già avviato le iniziative che fanno da corollario all’attività commerciale (incontri, stages, conferenze…). Non abbiamo perso di vista il motivo principale che ci ha convinti a tentare questa impresa. Vogliamo che questa libreria sia un luogo di scambio di pensieri, aspirazioni, umori, insoddisfazioni, progettualità sul cinema e non solo. Forse per noi è anche un luogo per uscire dalla solitudine del nostro lavoro, affiancarci a quanto si muove in quel territorio che è ai confini con l’industria, le problematiche del mercato e quanto c’è di personale, creativo, avventuroso nella nostra professione. Quindi soprattutto un’occasione di confronto e di scontro appassionato, uno spazio in cui contribuire, insieme ad altri che già fanno la loro parte altrove, a migliorare il nostro modo di pensare il cinema.
La Libreria del Cinema è composta da 11 soci: Esmeralda Calabria (montatrice), Marina Campanale (costumista) Lionello Cerri (produttore), Flavio De Bernardinis (critico e docente universitario), Ludovico Einaudi (musicista) Antonello Grimaldi (regista), Annamaria Morelli (sceneggiatrice), Giuseppe Piccioni (regista), Domenico Procacci (produttore), Gualtiero Rosella (sceneggiatore), Jasmine Trinca (attrice).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.