La Ritirata di Elisabetta Bernardini

Una favola noir tratta da una storia vera

Tramite una splendida fotografia (curata da Luca Coassin), che spesso allude alle particolari luminosità pittoriche dei grandi maestri del Rinascimento e successivi, la regista Elisabetta Bernardini, con il corto intitolato La Ritirata, ci immerge in una favola moderna che alterna momenti crudi a istanti delicati, illustrandoci l’acerbo e drammatico amore tra l’adolescente Rosa (Valery Usai) e Friedrich (Julian Siravo), un giovanissimo soldato tedesco che ha disertato, perché contrario alla guerra, durante l’avanzata degli Alleati anglo-americani dell’estate del 1944. Questa data piuttosto precisa trae la sua motivazione da una storia vera. Poi romanzata dalla scrittrice Catia Chiavarini, che con il suo racconto, omonimo al titolo del film, ha a sua volta dato lo spunto alla regista romana per la realizzazione del suo bellissimo e densissimo cortometraggio della durata di diciotto minuti. Un corto, girato in un ottimo 35mm, che pur partendo da un’attenta descrizione realistica di ambienti e personaggi (anche per merito della scenografa Ilaria Cinefra e della costumista Vanessa Mantellassi), nel procedere della storia si sgancia dalle atmosfere veriste, incamminandosi nel simbolismo di fatti e persone narrate. Così, Rosa si imbatterà anche nell’inquietante e stralunato Occhiulò (un bravissimo Romano Talevi), scemo del villaggio e spia dei tedeschi, ma più che altro l’ennesima, inconsapevole vittima di una visione distorta dettata dal famigerato Terzo Reich, che a tutti i livelli spacciava per Storia le imprese di semplici assassini in divisa militare. E poi l’amore, anche carnale, tra Rosa e Friedrich, che mischia il sangue della prima volta ad altro sangue: quello di un omicidio per amore. In una sorta di noir che perciò non concede lieto fine e che, anzi, ci consegna numerose riflessioni, proprio sul limitare di un finale un po’ tronco, ma pur sempre significativo. Il tutto, sul piano delle riflessioni a cui alludevo prima, con degli adulti assenti, o meglio, ombre. Significativa, da questo punto di vista, la voce off dei nonni di Rosa. Con bambine e bambini senza genitori, senza guida, esatto specchio di un odierno, colpevole abbandono che spesso lascia a se stessi bambini e adolescenti.

Curiosità

Durante lo scorrere dei titoli di coda de La Ritirata c’è una bellissimo brano, cantato da Patrizio Cigliano, intitolato D.P. (La Ritirata) di P. Cigliano e D. Tejera.

SCHEDA CORTOMETRAGGIO

Titolo: La Ritirata; Lingua: Italiano; Sottotitoli: Inglese, Francese, Italiano; Paese di produzione: Italia; Anno di produzione: 2007; Durata: 18’00 (inclusi titoli); Screen Ratio: 1.85:1; Audio: Dolby SR; Formato: Color; Girato in: 35mm; Genere: Fiction.

Cast artistico: Valery Usai (Rosa), Julian Siravo (Friedrich), Romano Talevi (Occhiulò), Leonardo Caneva (Dumi), Ludovica Dezi (Lucia), Luciano Roffi (Nonno – voce off), Maria Dolores Genolini (Nonna – voce off), Patrizio Cigliano (Vicino di casa – voce off), Gabriele Tuccimei (Speaker radio).

Cast tecnico: Regia: Elisabetta Bernardini; Fotografia: Luca Coassin (A.I.C.); Montaggio: Roberto Trapanese; Suono presa diretta: Davide Fiorentini; Soggetto: Catia Chiavarini; Sceneggiatura: Catia Chiavarini, Elisabetta Bernardini; Musica originale: Massimiliano Faraci; Scenografia: Ilaria Cinefra; Costumi: Vanessa Mantellassi; Aiuto Regia: Gianluigi Tarditi; Segretaria di edizione: Melania Di Bella; Organizzatore: Ivan Vasiljevic; Produttore esecutivo: Marco Gallo; Direttore di produzione: Giulia Troiano; Assistente regia: Cecilia Belletti; Stagista: Alessandro Raccosta; Operatore: Luca Coassin (A.I.C.); Operatore steady cam: Luca Coassin (A.I.C.); Assistente operatore: Francesca D’Antoni (A.I.T.R.); Aiuto operatore: Maria De Los Angeles Parrinello; Video Control: Roberto Trapanese; Montaggio del suono: Massimiliano Faraci, Roberto Trapanese; Fonico di mixage: Riccardo Canino; Location Manager: Bruno Giustini (Ass. Pro Canneto); Assistente scenografo: Julian Siravo; Attrezzista: Nicolas Verardi; Sarta: Giuseppina Costanza; Truccatore-Parrucchiere: Chiara Ciavela; Caposquadra elettricisti: Elvis Pasquali; Caposquadra macchinisti: Alessandro Bidinelli; Gruppista: Massimo Marcelli; Produzione: Elisabetta Bernardini e Fourlab S.r.l.; Distribuzione: Elisabetta Bernardini.

FILMOGRAFIA DI ELISABETTA BERNARDINI

2007 corto: La Ritirata – Formato: 35mm 2005 corto: Baiano – Formato: MiniDV 2005 corto: Il Vero Amore – Formato: MiniDV 2004 corto: Indelebile – Formato: MiniDV 2003 corto: Servizio Giardini – Formato: MiniDV 2002 corto: Lo Spaventapasseri – Formato: DVCAM 2001 corto: Besame Mucho – Formato: Hi8

PREMI E RICONOSCIMENTI

Il cortometraggio Servizio Giardini ha ricevuto la menzione speciale al Globo d’oro 2003-2004. Il cortometraggio Baiano ha vinto 54 premi in festival italiani e internazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.