LIVE! Ascolti record al primo colpo – di Bill Guttentag

La morte in diretta Tv!

Alla disperata ricerca di aumentare lo share e gli annessi introiti pubblicitari, la dirigente di un’emittente televisiva, Katy Courbet (Eva Mendes), concepisce un reality in cui il “gioco” della roulette russa decreterà la morte di uno dei concorrenti. Una morte agghiacciante, in diretta televisiva, che LIVE! ASCOLTI RECORD AL PRIMO COLPO, a firma del regista Bill Guttentag, ci propone con un chiaro intento paradossale e provocatorio. Non tanto per ventilare l’ipotesi che ciò possa realmente accadere. Ma per avvertirci dei rischi di spettacolarizzazione del dolore che alcuni reality stanno effettivamente correndo, veicolando al pubblico televisivo dei format altamente morbosi, in cui è prevista tout court l’umiliazione pubblica di uno o più partecipanti di un tale programma, per una sorta di aberrante gogna mediatica che deve farci riflettere.

Sul piano strettamente formale, invece, va detto che Guttentag (premio Oscar 2003 per il documentario Twin Towers) ha risolto con grande maestria e inventiva il problema-cardine di questo film girato prevalentemente in interni: riuscire a svincolare gli spettatori da quel senso di claustrofobia che un set sviluppato quasi sempre tra quattro mura porta inevitabilmente con sì. Una sorta di quadratura del cerchio che il regista ha risolto brillantemente, inframezzando l’uso normale della mdp a sequenze girate con handycam, a profili documentaristici dei vari concorrenti del reality, con stacchi televisivi girati in diretta o nel backstage del programma, e persino con immagini rubate da una videocamera poggiata su una scrivania. Un lavoro di fine cesello di riprese che permette al film di portarci al momento clou della pellicola, quando i concorrenti del reality sfideranno la morte in diretta Tv. Il che porterà ad un controfinale a sorpresa, stile giustizia divina, che non va svelato per ovvi motivi. Il tutto, molto ben pilotato da una statuaria Eva Mendes, che giocando a interpretare una sexy e stronzissima manager senza scrupoli, riesce nell’intento di farcela odiare dal primo all’ultimo minuto del film. In una pellicola assolutamente originale, che non mancherà di far discutere sia i detrattori che i fans dei tanti reality Made in Italy.

Curiosità in conferenza stampa

A Roma, durante la conferenza stampa di LIVE!, svoltasi nell’elegantissimo roof Ailanto del Marriott Grand Hotel Flora di Via Veneto, quando ho chiesto a Eva Mendes di dirmi se nel film fosse da considerarsi peggiore la figura della manager da lei interpretata o il pubblico che ne seguiva il programma, l’attrice cubano-americana mi ha replicato così: ” E’ proprio questo l’interrogativo da porsi vedendo il film!”. E, guardandomi dritto negli occhi, ha aggiunto: “Tu che ne pensi?”. Glissando ad arte un interrogativo che ora rilancio a chi sta leggendo questa recensione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.