BLACK di Daniele Marcori

0

Roma – Teatro Antigone

All’interno di un format molto ben strutturato, che abbina l’abilità di attori improvvisatori professionisti alla partecipazione attiva degli spettatori, BLACK, per la regia di Daniele Marcori, andato in scena al Teatro Antigone di Roma il 26 e il 27 Febbraio scorsi, si presenta come uno spettacolo fortemente innovativo nel panorama teatrale nazionale.

E non solo perché l’improvvisazione rappresenta il vertice più alto del mestiere dell’attore, ma anche perchè la QFC (Quella Famosa Compagnia), nella piéce in questione, ha saputo dosare con perfetto equilibrio i momenti comici e quelli drammatici, in un assieme ricco di interpretazioni di alto livello qualitativo, sia nei monologhi dai toni più gravi, di cui si è resa ottima interprete l’intensa attrice Susanna Cantelmo, sia nei momenti di allegra baraonda, giocata sui ritmi della farsa giocosa, che ha visto Massimo Ceccovecchi e Alessandro Cassoni come eccellenti interpreti.

Mediando il tutto e dettando i tempi teatrali di questo difficile ma riuscitissimo connubio comico-drammatico, l’attore-regista Daniele Marcori e l’attore Gianluca Budini hanno sempre saputo regalare al pubblico il fiato per la battuta e effetto, le pause per agevolare i numerosi applausi e la giusta atmosfera di suspence per un classico “giallo” con annesso omicidio.

Perché è un vero e proprio giallo a far da motore a tutti i meccanismi scenici, con tanto di innocenti e colpevoli, di insospettabili e non, di alibi da verificare, di moventi da scoprire e di scene del crimine in cui gli spettatori vengono proiettati in prima persona, decidendo loro stessi, tramite dei biglietti dal contenuto segreto, chi sarà l’autore del delitto. Che quindi ogni volta cambia, stimolando negli attori quella capacità di improvvisazione che poi è il vero fiore all’occhiello di questa straordinaria compagnia di attori chiamatisi QFC. Di cui credo sentiremo parlare a lungo, e non solo per la bravura degli attori che ne fanno parte, ma anche per l’originalità del progetto che li accomuna, che prevede un circuito di scambio transregionale volto non solo alla realizzazione degli spettacoli, ma anche alla loro diramazione in varie città italiane. Un’idea ambiziosa ma già vincente, almeno per quanto visto al Teatro Antigone, che ancora una volta evidenzia l’ottimo cartellone propostoci dal suo valente Direttore Artistico, l’attore Riccardo Greco.

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *