Valeria Marini

ROMA MODA: “SEDUZIONI” DELLA MARINI IN BOUDOIR DI LUSSO

L’atmosfera scelta e’ quella di un boudoir di lusso per le “Seduzioni” di Valeria Marini, la collezione di intimo che la showgirl presenta nell’ambito del calendario romano dell’alta moda, dopo aver superato i contrasti con Alta Roma che non voleva lasciarla sfilare perché troppo osé.

“La donna deve essere preziosa anche sotto il vestito – ha spiegato la Marini descrivendo la sfilata – questa e’ una collezione di lingerie-gioiello ed e’ dedicata a icone della seduzione che sono poi le attrici che hanno ispirato il mio personaggio: Marlene Dietrich, Sophia Loren, Marilyn Monroe, Claudia Cardinale, Ingrid Bergman, Liz Taylor e Lolita” (cioe’ Sue Lyon – ndr). A dare il via alla sfilata, diretta dal regista Luca Tommassini, sara’ proprio la Marini che apparira’ in controluce con un completino rosa (quello dei manifesti della campagna pubblicitaria) e una vestaglia nera. Sulla passerella, a forma di U, sono stati sistemati un letto e una vasca piena di palloncini rossi. “La collezione nasce dalla mia esperienza di donna e di personaggio del mondo dello spettacolo”, ha detto la Marini stretta in una camicia di pizzo bianco dalla quale emergeva uno dei suoi reggiseni gioiello. “Sono sempre stata appassionata di biancheria intima e poi ho fatto l’istituto di design. Non mi sono diplomata ma ho studiato. Ho tanti libri e tanti pezzi di biancheria, anche vintage”. Tommassini ha ideato dei quadri sul tema dei “balli d’amore”: un gioco di seduzioni fatto di lingerie luccicante dove la stoffa spesso scompare, si confonde con la pelle e ciò che si vede sono solo i cristalli Swarovski. Tra i perizomi, anche l'”intergluteo puro”, con gioiello naturalmente. “E’ una biancheria comodissima – ha assicurato la Marini – realizzata con materiali innovativi. E per lavarla non c’e’ problema: il gioiello si stacca e si usa come accessorio”. E a chiudere la sfilata, come impone la consuetudine delle passerelle, sarà ovviamente la stilista, Valeria Marini, con un abito nero che non nasconde certo la biancheria. Cosa ne pensa il compagno della Marini, Vittorio Cecchi Gori? “E’ molto contento di me – ha detto lei – e gli piace molto la mia collezione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *